Notizie e Studi

Notizie per il sito: Tutte le misure della Finanziaria 2001 per gli immobili

FINANZIARIA 2001: tutte le novitÓ sugli immobili

FINANZIARIA 2001: tutte le novità sugli immobili

IMPOSTE SUI REDDITI: ABITAZIONE PRINCIPALE

argomento

novità

Articolo

Abitazione principale fuori dall'Irpef.

La deduzione per l'abitazione principale e le relative pertinenze viene incrementata fino all'ammontare dell'intera rendita catastale, con l'effetto pratico di escluderla dall'Irpef. La modifica vale a partire dall'anno d'imposta 2000, anche a favore delle cooperative a proprietà indivisa

Art. 2: c. 1 let a); c. 5; Art. 2 c. 6

Abitazione principale e problemi di salute.

Diritto di fruire della deduzione per l'abitazione principale anche nel caso in cui il contribuente (non per forza anziano o disabile) trasferisca la propria dimora abituale presso un istituto di ricovero o sanitario, a condizione che detta abitazione non risulti locata

Art. 2 comma 1 lettera b)

Interessi detraibili se si abita entro un anno.

Aumenta da sei mesi a un anno il periodo entro il quale l'acquirente deve adibire ad abitazione principale l'immobile acquistato per godere della detrazione sui mutui

Art. 2 comma 1 lettera f), alinea 1)

Interessi detraibili se tra acquisto e mutuo passa meno di un anno.

Da sei mesi ad un anno è stato il periodo massimo che può intercorrere tra la stipula del contratto di mutuo e l'acquisto dell'immobile per poter usufruire della detrazione

Art. 2 comma 1 lettera f), alinea 2)

Interessi detraibili anche se si ristruttura la casa.

Nel caso in cui l'immobile acquistato con mutuo sia oggetto di lavori di ristrutturazione edilizia, comprovati da concessione o atto equivalente, la detrazione spetta a decorrere dalla data in cui l'unità immobiliare sia adibita a dimora abituale, e comunque entro due anni dall'acquisto.

Art. 2 comma 1 lettera f), alinea 5)

Interessi detraibili se si acquista casa locata.

Viene introdotta la possibilità di godere della detrazione per interessi passivi anche nel caso di acquisto con mutuo di un immobile locato, a condizione che, entro tre mesi dall'acquisto, l'acquirente dia sfratto all'inquilino per finita locazione.

Art. 2 comma 1 lettera f), alinea 3)

Interessi detraibili anche per l'abitazione dei familiari.

La detrazione per interessi passivi è estesa anche all'ipotesi di acquisto di immobili destinati ad abitazione principale dei familiari del contribuente. In virtù di tale previsione, il diritto alla detrazione spetta al contribuente acquirente e intestatario del contratto di mutuo, anche se l'immobile viene adibito ad abitazione principale di un familiare.

Art. 2 comma 1 lettera f), alinea 4)

 

Interessi detraibili del mutuo anche per i familiari

E' possibile continuare a esercitare il diritto alla detrazione d'imposta, oltre che nell'ipotesi in cui un lavoratore dipendente trasferisca la propria dimora per motivi di lavoro, anche nel caso in cui la variazione della dimora dipenda da trasferimenti in istituti di ricovero o sanitari, a condizione che l'immobile non venga locato

Art. 2 comma 1 lettera f), alinea 4) e 5)

Mutuo intestato ai due coniugi.

Nell'ipotesi di mutuo ipotecario intestato ad entrambi i coniugi, ognuno può fruire della detrazione unicamente per la propria quota di interessi . Quando uno dei coniugi è fiscalmente a carico dell'altro, è possibile beneficiare della detrazione in relazione a entrambe le quote.

Art. 2 comma 1 lettera f), alinea 5 bis)

IMPOSTE SUI REDDITI: AGEVOLAZIONI AL RECUPERO

argomento

novità

Articolo

Detrazione 36% sul recupero

Ampliamento della detrazione agli strumenti tecnologici avanzati per opere per abbattimento delle barriere architettoniche, ai sistemi anti-furto e alle opere per evitarte gli infortuni Proroga detrazione per il 2001. Per i lavori iniziati entro il 30 giugno 2000, si considerano validamente presentate le comunicazioni per la detrazione del 36% trasmesse entro novanta giorni dall'inizio dei lavori.

Art. 2 c.2, let. a) e b); c. 4

Detrazione 36% sui fabbricati rurali

Proroga a tutto il 2001 del 36% sul recupero di fabbricati rurali utilizzati, quale abitazione o per funzioni strumentali all'attività agricola da coltivatori diretti o imprenditori agricoli sotto i 40 anni

Art. 2 c. 3

Deduzione spese recupero per esercenti del turismo

Per gli esercenti di attività turistiche si applica ancora per il 2001 la deducibilità in quote costanti nel periodo di imposta di sostenimento e nei tre successivi, delle spese di manutenzione, riparazione, ammodernamento e ristrutturazione prevista dalla legge 449/97 relative agli immobili ammortizzabili posseduti o detenuti.

Art. 145, c. 95

IMPOSTE SUI REDDITI: IMMOBILI LOCATI

argomento

novità

Articolo

Aumento detrazioni per inquilini a canone convenzionato

Passa da 640 a 960 mila lire (redditi fino a 30 milioni) e da 320 a 640 mila lire (redditi da 30 a 60 milioni) la detrazione sui redditi per gli inquilini che affittano a prima casa con il canale concordato

Art. 2, c. 1, let. h)

Detrazione per i lavoratori-inquilini che si trasferiscono

I lavoratori dipendenti che si trasferiscono in affitto a oltre 100 chilometri per motivi di lavoro in uno dei tre anni antecedenti a quello di richiesta della detrazione, godono di 1.920.000 lire di detrazione, se il reddito complessivo non supera lire 30 milioni o di lire 960.000, se il reddito complessivo supera lire 30 milioni ma non lire 60 milioni

Art. 2 c. 1, let. h), alinea 3)

Deducibili i canoni locazione per dipendenti

Divengono integralmente deducibili dall'Irpeg i canoni di locazione anche finanziaria e le spese relative al funzionamento di strutture recettive, qualora i fabbricati siano concessi in uso a dipendenti che abbiano trasferito la loro residenza anagrafica per esigenze di lavoro nel comune in cui prestano l'attività, per il periodo d'imposta in cui si verifica il trasferimento e nei due periodi successivi. Tali immobili si considerano strumentali

Art. 145, c. 98, c. 99

IMMOBILI LOCATI : ALTRE MISURE

argomento

novità

Articolo

Proroga sfratti categorie deboli

Proroga al 31 ottobre 2001 degli sfratti per le categorie deboli di inquilini (Dl 32/2000 convertito in Legge 20/4/00 n. 97)

Art. 145, c. 81

 

 

Più fondi per le fasce deboli degli inquilini. Proroga sfratti

I comuni a alta tensione abitativa possono dedicare fino al 10% delle somme del Fondo per gli affitti all'affitto di immobili per gli inquilini sfrattati ultrasessantacinquenni o handicappati con redditi bassi ovvero utilizzare propri immobili o destinare ulteriori risorse

Art. 80, c. 20

I comuni predispongono graduatorie per questi inquilini, entro 180 giorni

Art. 80, c. 21

Fino a questo termine, gli sfratti sono per loro sospesi (compresi quelli per morosità)

Art. 80, c. 22

Il comune di Napoli può destinare fino al 30% del fondo della legge 211/85 come contributo per gli inquilini sfrattati o in mobilità abitativa per i piani di recupero che intendano acquistare una casa.. Nella regione Campania fino a 50 milioni per i mutui agevolati per l'acquisto.

Art. 80, c. 23

IMPOSTA DI REGISTRO

argomento

novità

Articolo

Agevolati i piani particolareggiati

Imposta di registro all'1% e ipotecarie e catastali fisse per i trasferimenti di immobili in aree soggette a piani urbanistici particolareggiati a condizione che l'edificazione avvenga entro cinque anni dal trasferimento

Art. 33, c. 3

Residenza in 18 mesi per la prima casa.

Il termine entro il quale l'acquirente deve stabilire la propria residenza nel Comune in cui l'acquirente ha o stabilisce la propria residenza in cui si trova l'immobile acquistato è ora fissato in 18 mesi, anziché in un anno come precedentemente previsto. Identica norma è ovviamente applicabile ai fini dell'Iva.

Art. 33, c. 12

Niente tributi per cessioni immobili a fondazioni

Il trasferimento di beni (anche immobili) a favore di fondazioni di diritto privato e di enti pubblici effettuato nell'ambito delle sperimentazioni gestionali non dà luogo a imposte sui redditi, sulle plusvalenze o sui trasferimento stesso.

Art. 90

IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI: CONTRIBUENTI

argomento

novità

Articolo

Acconto Ici

Ridotto al 50% l'acconto Ici entro il 30 giugno

Art. 18 c. 1

Ici aliquota minima

Proroga al 2000 dell'applicazione dell'aliquota Ici al 4 per mille solo agli immobili adibiti ad abitazione principale, con esclusione delle pertinenze

Art. 18 c. 2

Ici, concessioni demaniali

Nel caso di concessione su aree demaniali soggetto passivo Ici é il concessionario

Art. 18 c. 3

Proroga accertamenti Ici

Proroga termini per liquidazione e accertamento dell'Ici a fine 2001 per annualità dal 1995 in poi (dal 1994 per liquidazioni a seguito di attribuzione di rendita)

Art. 18 c. 4

Ici condomini in multiproprietà

L'amministratore della multiproprietà (e non i multiproprietari) liquida l'Ici sugli immobili e attribuisce la relativa spesa sul rendiconto condominiale

Art. 19

IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI: COMUNI

argomento

novità

Articolo

Contributi per minor gettito Ici

Contributo ai comuni per minor gettito Ici negli anni 1998-2000

Art. 53, c. 14

Flessibilità trasferimenti ai comuni

Riduzione o incremento dei trasferimenti dello Stato ai comuni a seconda degli introiti Ici

Art. 64 c. 1, 2, 3

Contributi Lagonegro

Contributo straordinario per il 2001 all'area Lagonegrese-Senisese, per minori entrate Ici in seguito al sisma del 1998

Art. 138 c. 13

ALTRI TRIBUTI COMUNALI

argomento

novità

Articolo

Tariffe tributi locali

Entro la data di approvazione del bilancio di previsione i comuni debbono deliberare tariffe, aliquote d'imposta e regolamenti relativi a tributi locali e le addizionali Irpef. Se approvati in seguito hanno comunque effetto dal 1░ gennaio dell'anno di riferimento del bilancio di previsione

Art. 53, c. 16

Costo esercizio spazzamento

Per gli anni 2001 e 2002, ai fini della determinazione del costo di esercizio della nettezza urbana gestito in regime di privativa comunale, i comuni possono, con apposito provvedimento consiliare, considerare l'intero costo dello spazzamento dei rifiuti solidi urbani.

Art. 53, c. 17

Affidamento riscossione Tosap e pubblicità

Proroga al 31 dicembre 2001 dei contratti di affidamento in concessione del servizio di accertamento e riscossione, rispettivamente, dell'imposta comunale sulla pubblicità e della tassa per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche, aventi scadenza anteriormente alla predetta data

Art. 53, c. 18

Modificabili le tariffe Irap

Tariffe Irap modificabili , in presenza di rilevanti incrementi nei costi relativi ai servizi stessi, nel corso dell'esercizio finanziario. L'incremento delle tariffe non ha effetto retroattivo

Art. 54 c 1

INVIM

argomento

novità

Articolo

Invim decennale

Imposta sostitutiva all'Invim decennale, pari allo 0,10 per cento del loro valore fiscale al 31 dicembre 1992, applicabile a scelta per chi deve pagare tra il 1░ gennaio e il 31 dicembre 2002.

Art. 20, c. 1; c.2

Invim straordinaria

Imposta sostitutiva commisurata al valore finale dichiarato o definitivamente accertato, in caso di Invim straordinaria

Art. 20, c. 1; c.3

Invim edifici religiosi

Le disposizioni sull'Invim si applicano anche agli immobili appartenenti agli enti rappresentativi delle confessioni religiose aventi personalità giuridica, nonché agli enti religiosi riconosciuti.

Art. 33, c. 10

IMMOBILI DEI CONTRIBUENTI: ALTRE MISURE

argomento

novità

Articolo

Contributi al teleriscaldamento

Contributo di 40 mila lire a Kw di potenza a favore di chi si collega a reti di teleriscaldamento ad energia geotermica o alimentante a biomassa

Art. 29

Proroghe iscrizione catasto dei rustici

Prorogato ancora una volta a fine 2001 il termine di iscrizione in Catasto dei rustici

Art. 64, c. 4

Slitta al 1 luglio 2001 la presentazione delle denunce di accatastamento dei fabbricati rurali secondo le modalità previste dall'articolo 114 del Rd 2153/1938

Art. 64, c. 5

A giugno la denuncia pozzi

Ulteriori proroghe al 30 giugno 2001 (dal 30 dicembre 2000) della sanatoria per le derivazioni di acque pubbliche e della denuncia di chi ha in proprietà, possesso o uso un pozzo, anche se non utilizzato.

Art. 114, c. 23

Mutui agrari e fondiari

I mutui di miglioramento agrario e fondiari per i quali siano trascorsi almeno cinque anni di ammortamento, continuano a beneficiare delle rate di concorso sul pagamento degli interessi non maturati, anche in caso di estinzione anticipata dell'operazione. E' facoltà del mutuatario richiedere la rinegoziazione.

Art. 128 c. 1, c. 2

Mutui agevolati divenuti usurai

Ai fini della rinegoziazione (L. 133/99) dei mutui agevolati concessi dalla pubblica amministrazione i cui interessi hanno superato la soglia d'usura, con " tasso effettivo globale medio" si intende quello globale medio dei mutui all'edilizia in corso di ammortamento

Art. 145, c. 62

MISURE PER LE CALAMITA' NATURALI

argomento

novità

Articolo

 

Misure per il Vajont

Termini per la ultimazione dei lavori nelle zone colpite dalla catastrofe del Vajont prorogati a fine 2001

Art. 139, c. 1

Contributi sino a concorrenza delle spese sostenute ad alluvionati del Vajont anche in caso di rinuncia alla ricostruzione su aree rese disponibili dallo Stato

Art. 139, c. 2

L'assegnazione provvisoria di aree diviene definitiva dopo 180 giorni dall'entrata in vigore della Finanziaria

Art. 139, c. 3

Stanziamento di 10 miliardi

Art. 139, c. 4

Terremoto Friuli

Sino a fine 2003 prorogati i termini per le zone terremotate del Friuli

Art. 140

Alluvioni del 2000

100 miliardi dall'anno 2001 e altri 100 miliardi dal 2002 per interventi derivanti da calamità atmosferiche verificatisi nel 2000. Altri 10 miliardi dall'anno 2002 e altri 10 miliardi dal 2003 per l'alluvione in Calabria

Art. 144 c. 5

Terremoti

Terremoto Campania: 1 miliardo. Terremoto di Foggia: mutui assistiti da contributo dello stato per 2 miliardi. Terremoto in Lazio: 1 miliardo

Art. 144 c. 6

DISMISSIONI IMMOBILI PUBBLICI E DEGLI ENTI: NOVITA' PER INQUILINI

argomento

novità

Articolo

Terreni agricoli statali

Diritto di prelazione agli agricoltori conduttori dei terreni statali destinati alla coltivazione e non conferiti nei fondi immobiliari. Abrogata la necessità di accorparli in lotti minimi di dieci ettari

Art. 43 c. 2

Dismissione immobili statali

Rettifica entro 3 mesi in diminuzione della rendita catastale da parte dell'Ute di immobile statale (o delle Poste o delle Ffss) in cessione, se la difformità della rendita è provata dal candidato acquirente

Art. 43 c. 5

Immobili Ministero della Difesa

Vendita a trattativa privata per gli immobili fino a quasi 400 milioni di valore

Art. 43 c. 9

Transazioni su cause aperte da Enti

Gli enti previdenziali sono invitati a chiudere con transazioni bonarie il contenzioso immobiliare in corso al fine di favorire i piani di alienazione e valorizzazione

Art. 43 c. 12

Condono morosità inquilini enti

Gli inquilini morosi degli enti previdenziali possono condonare i debiti pagandone in un'unica soluzione l'80% più interessi ed eventuali spese legali

Art. 43 c. 13

Prelazione agli inquilini di immobili non abitativi statali

Diritto di prelazioni per i conduttori di immobili statali non residenziali, non inclusi nei fondi immobiliari, purché non morosi.

Art. 43 c. 15

Prelazioni utenti immobili forze armate

Alienazione, con diritto di prelazione degli utenti, degli immobili abitativi delle Forse armate non ubicati in infrastrutture militari

Art. 43 c. 16

Prelazioni utenti immobili polizia

Modalità alienazione alloggi concessi ai dipendenti della polizia di Stato

Art. 43 c. 17

Dismissioni pubbliche

Estensione alle società con 30% di capitale pubblico (e non più la maggioranza) delle regole stabilite dall'art. 3, comma 119 della L. 662/96 sull'alienazione (prezzo, prelazione, rinnovi di contratto di locazione)

Art. 43 c. 19

Aler Friuli

Efficaci i contratti preliminari e definitivi per la vendita di alloggi Aler (ex Iacp) del Friuli.

Art. 45 c. 1

Immobili ai profughi

Prorogati a fine 2005 i termini per la domanda di cessione di immobili ai profughi

Art. 45 c. 2

DISMISSIONI IMMOBILI PUBBLICI E DEGLI ENTI: ALTRE NOVITA'

argomento

novità

Articolo

Dismissione immobili enti

Passa al Ministero del lavoro l'obbligo di relazionare in merito alla gestione delle dismissioni.

Art. 43 c. 1

Al Ministro del Tesoro la programmazione dell'alienazione del patrimonio degli enti.

Art. 43 c. 3

Esonero agli enti della presentazione della documentazione di proprietà, salvo controversie in atto

Art. 43 c. 4

Dismissione immobili pubblici

Esonero dalla prova di regolarità urbanistico-edilizia per l' alienazione per le Spa in cui l'amministrazione pubblica ha una partecipazione di controllo

Art. 43 c. 6

Immobili Ministero della Difesa

Conferenze di servizi tra il ministero della Difesa e le amministrazioni pubbliche interessate possono decidere alienazioni e gestione degli immobili della Difesa e determinarne il valore

Art. 43 c. 8

Dismissioni immobili sequestrati ai mafiosi

Concessione in sanatoria edilizia ai fini dell'alienazione anche degli immobili sequestrati a chi è condannato per associazione mafiosa o riciclaggio di denaro sporco

Art. 44

Passaggio immobili pubblici ai comuni

Entro 6 mesi i comuni dove sono situati gli alloggi di proprietà dello Stato, costruiti in base a leggi speciali di finanziamento per esigenze abitative pubbliche, richiedono il trasferimento di proprietà

Art. 46 c. 1

Gli alloggi passano alla proprietà comunale così come sono., senza bisogno di dichiarazioni da parte dello Stato di conformità edilizia. I comuni hanno tempo 120 giorni per accertare abusi urbanistici.

Art. 46 c. 2

Se i comuni non chiedono la proprietà degli alloggi entro i 6 mesi, possono farlo gli Iacp locali

Art. 46 c. 3

Ai comuni immobili protezione civile

Anche gli alloggi costruiti a cura del Dipartimento della protezione civile possono passare ai comuni

Art. 46 c. 4

Proroga osservatorio Enti

Viene prorogata, di 2 anni, l'operatività dell'Osservatorio sul patrimonio immobiliare degli enti previdenziali pubblici

Art. 47

Dismissioni ex ospedali psichiatrici

Vendita od affitto ad amministrazioni statali degli immobili degli ex ospedali psichiatrici già assegnati o da destinare alle Asl

Art. 83, c. 8

IMMOBILI PUBBLICI: ALTRE MISURE

argomento

novità

Articolo

Risparmio energetico immobili pubblici

Riconversione degli impianti di riscaldamento ai fini del risparmio energetico da parte delle pubbliche amministrazioni

Art. 61, c. 4

Affitti passivi delle amministrazioni pubbliche

Riduzione e razionalizzazione del numero di immobili affittati dalle amministrazioni pubbliche

Art. 62 c. 1, c. 2, c. 3

Non più necessario il parere di congruità sull'entità del canone per contratti di locazione stipulati dalla pubblica amministrazione

Art. 62 c. 4

Entro fine 2001 risparmio di almeno il 20% sui canoni

Art. 62 c. 5

Più personale al Catasto

Assunzioni a tempo determinato, anche parziale, di fino a 1650 dipendenti per Anagrafe beni immobiliari e servizi informativi catastale e ipotecario

Art. 78 c. 32, c. 33

MISURE AMBIENTALI

argomento

novità

Articolo

Inquinamento elettromagnetico

Fondi per la prevenzione e riduzione dell'inquinamento elettromagnetico

Art. 112

Bonifiche ambientali

Interventi di disinquinamento, bonifica e ripristino ambientale

Art. 114

ALTRO

argomento

novità

Articolo

Agriturismo: ampliato il campo

Le attività di ricezione e di ospitalità, compresa la degustazione dei prodotti aziendali e l'organizzazione di attività ricreative, culturali e didattiche svolte da aziende agricole nell'ambito della diffusione di prodotti agricoli biologici o di qualità, possono essere equiparate ai sensi di legge alle attività agrituristiche

Art. 123 c. 1

Fondi per beni culturali

100 miliardi aggiuntivi per il 2001 al Ministero dei beni culturali

Art. 143

Assicurazioni progettisti

Modifiche alle garanzie e copertura assicurative previste dalla Legge Merloni (11 febbraio 1994, n.109) a favore dei dipendenti incaricati della progettazione che passano, per intero, a carico delle amministrazioni aggiudicatrici

Art. 145, c. 89